CATALOGO

Q24 – NUOVI STUDI SU CRESCITA E PRODUTTIVITÀ NEL TRENTINO

9788888224626a cura di Matteo Degasperi e Enrico Zaninotto

ISBN 978-88-88224-62-6

pag 128

Euro 10,00

acquista_libro

Il presente quaderno costituisce una continuazione e un approfondimento dello studio propostonel volume di L. Pedrotti, E. Tundis ed E. Zaninotto, “Crescita Economica e Produttività: misure e applicazioni”. I sentieri di indagine percorsi in questo quaderno sono due: il primo, a cui sono dedicati i primi due capitoli, è rappresentato dalle comparazioni in termini di produttività e progresso tecnologico tra il Trentino e altre regioni italiane, che consentono di determinare la posizione della provincia nel panorama nazionale; il secondo è rappresentato dall’analisi della produttività in uno dei settori più rilevanti dei servizi quale è il turismo. I principali risultati ottenuti dal primo saggio indicano che il Trentino si colloca, in termini di produttività, subito a ridosso delle regioni del Nord-Est, che sono le più virtuose nel panorama nazionale, mentre la scomposizione settoriale evidenzia che la provincia è molto competitiva nei settori del legno, della carta, delle macchine elettriche, delle costruzioni e immobiliare, oltre che in alcuni servizi. Il secondo contributo mostra invece che tra il 2001 e il 2004 le imprese trentine faticano a mantenere il passo di progresso tecnologico rispetto a quelle di altre regioni, ma al tempo stesso recuperano in termini di efficienza: i due effetti però non si compensano con il risultato di un peggioramento relativo in termini di produttività totale dei fattori. L’analisi del settore del turismo, infine, mette in luce la presenza di ampi spazi di miglioramento in termini di efficienza per le imprese del settore che possono essere ottenuti mediante adeguate azioni manageriali e miglioramenti organizzativi.

Le ricerche di questa collana sono realizzate sotto la direzione del Comitato per lo Sviluppo Provinciale nell’ambito dell’Accordo di programma fra la Provincia autonoma di Trento e l’Università degli Studi di Trento.